VALUTAZIONE VISUO-PERCETTIVA E VISUO-MOTORIA

Valutazione Visuo-percettiva e Visuo-motoria nei DSA

Al Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA) possono accompagnarsi alterazioni del sistema visivo non sempre rilevabili da una valutazione oftalmologica standard.

In questi casi è necessario effettuare dei test specifici ed una valutazione ortottica alla ricerca delle componenti deficitarie dei processi visivi integrati nella fase della letto-scrittura.
Una di queste prove che viene riconosciuta con il nome protocollo TETRA, consente di valutare la presenza di eventuali alterazioni visuo-percettive (analisi eidomorfometrica), analizzare la performance di lettura stabilendo tra le altre cose il grado di influenza dell’alterazione  visuopercettiva ed il guadagno teorico modificando il critical spacing.
 
Quando è necessario e a chi è rivolto questo approfondimento diagnostico? 
 
E’ rivolto ai bambini con diagnosi accertata di Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA). E’ importante sottolineare che questa valutazione non consente di diagnosticare o escludere il disturbo dell’apprendimento la cui diagnosi è competenza di altri specialisti (Neuropsichiatra infantile, Psicologo).
In genere è consigliata nei bambini oltre i 7 anni di età che sono già in trattamento logopedico ed in cui è importante determinare l’influenza delle competenze visive sul disturbo dell’apprendimento.